The Danish Girl

the-danish-girl-il-film-di-tom-hooper

Si possono dire molte cose su questo film, ma tutte passano per l’incredibile Eddie Radmayne.

Il giovanissimo attore, magistrale ne “La Teoria del Tutto”, meriterebbe qui il suo secondo Oscar. Diventa donna, anima e corpo, e risulta non solo elegante, bensì autentico.

Una storia senza tempo, più che mai attuale, basata sui diari del reale protagonista di quest’ardua prova di vita.

Fantastica anche la co-protagonista Alicia Vikander, vincitrice del primo Oscar, di profonda forza e indipendenza sullo schermo.

La regia segue rispettosa dei suoi interpreti, la fotografia è delicata e vivace, le composizioni e i dettagli sono quanto mai ispirati alla pittura di quelle regioni.

Tom Hooper dimostra  di intendere a fondo la sfera psicologica dei suoi personaggi, e dopo “Il Discorso del Re” realizza un altro emozionante ritratto. Per chi desidera sentir trattare con grazia e completezza le verità dell’anima, The Danish Girl rappresenta un unico nella storia del cinema.

[Domanda esistenziale: Quanto sareste sinceri con il vostro diario?]