Parla con Lei

pedro-almodovar-2.jpg

La teatralità e la fantasia di Almodovar trovano piena espressione in quest’opera colma di simboli e significati che prendono forma e colore in una storia di fantasia, scossa da fantasmi più che mai reali.

Il cinema muto è di grande ispirazione in questa pellicola: la trama viene presentata in capitoli, la gestualità ha la rilevanza delle origini, i passaggi che innescano i desideri inconsci del protagonista nascono e si rispecchiano proprio durante la visione dei classici in bianco e nero.

Entrare nella persona amata e rifugiarsi al suo interno, prendersi cura di lei e restituirla alla vita, sono questi gli ideali che muovono una realtà apparentemente rassegnata che necessita di una scintilla per rianimarsi, sebbene i nobili intenti vengano rivolti con eccessivo trasporto e senza alcun riscontro.

In questa contraddizione, nel donare il proprio amore senza preoccuparsi dell’opportunità dei propri sentimenti, Almodovar trova la chiave per costruire una trama quanto mai intrecciata e complessa, seppur leggera ed equilibrata, che gli varrà il secondo Oscar.

Le immagini di Almodovar sono profondamente radicate nel teatro, al quale ama ricorrere anche nella costruzione di sequenze dal carattere onirico. Il suo lavoro con gli attori è straordinario ed empatico, tutto il cast dimostra piena comprensione dei propri ruoli e delle proprie sfumature, creando così un’armonia d’insieme percepibile per tutta la durata dell’opera.

Un viaggio ai limiti dell’amore e dell’adorazione, a tutti gli effetti un’opera d’arte.

[Domanda esistenziale]: Quali sono i limiti dell’amore non corrisposto?]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...